Brixia Symphony Orchestra



L’Associazione Brixia Symphony Orchestra è nata nel 2003 grazie alla fondamentale collaborazione con la Fondazione Italo Gnutti di Brescia, Comune di Brescia e altri importanti imprenditori locali con lo scopo di creare un sodalizio nel quale riunire le capacità e le passioni di musicisti e professionisti bresciani, desiderosi di portare la grande musica ad un pubblico più vasto possibile, diffondendo sempre più il nome di Brescia (Brixia ne è l’antico nome latino).

Così l’Associazione è in grado di dare vita a formazioni musicali di diversa composizione e consistenza numerica, dai trenta ai sessanta elementi, che possano affrontare concerti sia da camera, sia sinfonici come pure l’opera lirica.

Più che di una formazione orchestrale stabile, sempre auspicabile, ma oggi difficilmente organizzabile per evidenti e proibitive ragioni di costo, Brixia Symphony vuole essere soprattutto un “concetto” di orchestra, agile e duttile, capace di aggregarsi di volta in volta attorno a singoli progetti, forte però di una traccia progettuale unica, sintetizzata nella sua direzione artistica.

Direzione che è stata affidata a Giovanna Sorbi, che ha chiamato attorno a sé alcuni musicisti di assoluto valore internazionale che vivono stabilmente in Lombardia e che fungono da ganglio vitale per la compagine.

L’ensemble, che può contare  su un’organizzazione ed una direzione artistica stabili, viene attivato su progetti mirati durante l’anno: nel corso di tredici  anni di attività ininterrotta, l’orchestra ha al suo attivo ormai più di 250 manifestazioni di musica sinfonica, lirica  e sacra, confermandosi come realtà di produzione di qualità riconosciuta e pienamente operativa sul territorio lombardo.

Nel 2015 l’orchestra è stata protagonista di numerosi eventi, a cominciare dal Concerto degli Auguri all’Auditorium del Vittoriale di Gardone Riviera e alla Dodicesima  Edizione del concerto di Capodanno al Teatro Grande, al quale sono seguiti i concerti compresi nel Terzo Festival d’area della rassegna “I Suoni e i sapori del Garda” e numerosi altri eventi (Rotary Day Leonessa 2015, “I Nuovi Concerti alla Pace”, “Istorum Animae”, “Sinfonicamente”).

Nel 2010 l’Associazione ha dato vita al Concorso Lirico Internazionale Giacinto Prandelli, che si è affermato da subito manifestazione di spessore: nel  2016 la V edizione ha ospitato come Presidente di Giuria il prestigioso soprano Fiorenza Cedolins, mentre il tenore Francesco Meli, recentissimo protagonista della prima scaligera di Giovanna D’Arco, ha ritirato il Premio Giacinto Prandelli alla Carriera.


"La musica vale tutte le filosofie del mondo"

(Ludwig van Beethoven)